E.C.M. Nursind L'Aquila

 

EVENTI   ECM   Organizzati  da Nursind  L'Aquila

PROGRAMMA ECM  2014

ECM  BIANCAT  10 CREDITI 25.09.14 L'AQUILA

ECM  L'ASCOLTO 45 CREDITI ECM 10 - 17 OTTOBRE  2014  SULMONA

ESERCITAZIONE CORSO ECM L'ASCOLTO


ELEZIONI RSU 2012 COMUNICATI


COMUNICATO  SEGRETERIA  PROVINCIALE

COMUNICATO SEGRETERIA NAZIONALE


English Arabic Chinese (Traditional) German Italian Japanese Portuguese Russian Spanish

Area Riservata



Meteo

Calendario Eventi

Agosto 2014
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

1 NURSIND L'AQUILA

 

2 NURSIND L'AQUILA

 

LEGGI Finanziarie

SILVESTRO: I COLLEGI IPASVI APERTI ALLA COLLABORAZIONE PER COMBATTERE IL DEMANSIONAMENTO

La Presidente della Federazione dei Collegi IPASVI, senatrice Annalisa SilvestroLa Presidente della Federazione dei Collegi IPASVI, senatrice Annalisa Silvestro, ha risposto alle numerose domande pervenute in diretta streaming nella videointervista realizzata sul portale del sito IPASVI mercoledì scorso, 18 giugno.

Accanto alla Presidente ha partecipatol’avv. Pizzoferrato, ordinario di Diritto del Lavoro all’Università di Bologna, con la moderazione di Paolo Del Bufalo, giornalista de “Il Sole24ore Sanità”.

Fra i molti argomenti trattati (spending review, mobilità, blocco del turn over) è emersa la questione del demansionamento.

Leggo di tutto e di più sul demansionamento, cose che sono corrette e cose che come dire sono un po’ pasticciate” ha detto la Presidente Silvestro. “Ci sono delle cose che vanno assolutamente evidenziate, individuate per dare risposta in modo da contenerlo se non addirittura eliminarlo (il demansionamento ndr)”. Ha poi continuato: “dal punto di vista giuridico contrattuale credo che sarà opportuno fare una riflessione in modo da dare delle indicazioni corrette”. Silvestro ha poi puntualizzato che “evidentemente è un tema che riguarda in maniera puntuale e specifica l’organizzazione del lavoro e tema quindi in cui la rappresentanza sindacale si sente, giustamente, particolarmente coinvolta.

E ancora: “qualora ci fosse l’intenzione, l’orientamento, di intervenire da parte di organizzazioni sindacali rispondendo a situazioni presenti in alcune unità operative o in una intera azienda, noi come Federazione dei Collegi Ipasvi siamo più che disponibili a dare il nostro supporto, rimane però e lo dico pubblicamente, un tema a valenza prettamente sindacale e come penso sappiamo tutti in Italia siamo particolarmente sensibili alle invasioni di campo, noi non vorremmo invadere il campo di nessuno ma ci rendiamo più che disponibili a dare tutto il supporto, anche economico, che può essere utile qualora qualche organizzazione sindacale intendesse agire su questa tematica

L’approfondimento dedicato a questo tema, molto sentito da tutti i colleghi e su cui nelle settimane e nei mesi scorsi ci siamo a lungo dedicati su queste pagine, ed al quale ci stiamo tuttora dedicando anche con il prezioso contributo del prof. Ivan Cavicchi, ci è particolarmente gradito in quanto è un punto cruciale nella valutazione della condizione infermieristica e snodo imprescindibile nella progettazione della Sanità del terzo millennio.

Il demansionamento è un tema che ci appassiona particolarmente e su cui ci prodighiamo per mantenere alta l’attenzione. Apprezziamo questo intervento dei vertici IPASVI anche per questo motivo, che ci fa intuire che i nostri sforzi stanno trovando riscontro. Tuttavia la soluzione non è affatto alle porte, né scontata; è nostra convinzione infatti che il demansionamento sia il risultato di politiche organizzative deboli e inadeguate, che devono essere profondamente riviste e ripensate per dare una dimensione e una struttura nuova alle professioni sanitarie, infermieristica e medica in primo luogo.

Che i Collegi si dichiarino apertamente sensibili al tema e disponibili a supportare gli infermieri nel superamento dei limiti e delle frustrazioni professionali derivanti daldemansionamento è senza dubbio un passo che accogliamo con sincero e profondo piacere.

Raccogliamo questa disponibilità della Federazione e rilanciamo la nostra idea di collaborare, auspicabilmente nelle sedi di decisione anche normativa, alla ricerca di soluzioni praticabili, eque e soddisfacenti al problema, pur non condividendo a fondo la natura prettamente sindacale della vertenza, così come definita dalla Presidente.

La Presidente tornerà sull'argomento dedicandovi una prossima puntata di "Linea Diretta", le videointerviste del portale IPASVI.

CLICCA QUI per vedere il video-confronto "Linea Diretta", del 18 giugno (tema del demansionamento dal minuto 30).

 

 
Garza nell’addome dopo l’intervento. Tribunale di Pescara condanna solo infermiere di sala e strumentista.

 

12

Il Tribunale di Pescara non ha ritenuto l’errore “di èquipe”, come generalmente accade, ma ha dato piena responsabilità solo alle due infermiere. Il caso suggerisca riflessioni in merito al profondo cambiamento del ruolo che l’infermiere riveste, pagando in prima persona in caso di errore.

Lascia molto perplessi la sentenza del Tribunale di Pescara N° 483/2014 che rinvia a giudizio due professioniste infermiere, per lesioni colpose cagionate a seguito di dimenticanza, nel corso di un intervento chirurgico, di una garza nell’addome di un paziente, mentre viene archiviata la posizione del chirurgo.

 
L'Aquila. Ancora negati arretrati attesi da oltre 4 anni: l'ultimatum del NurSind

Casa di Cura S. RaffaeleSi è tenuto il 13 giugno c.a. presso la Prefettura de L'Aquila il tentativo di raffreddamento del conflitto generato dal mancato adeguamento, dal lontano 2010, delle retribuzioni del personale della Casa di Cura S. Raffaele ai "minimi" contrattuali.

Ancora una volta la Direzione della Casa di Cura ha negato, adducendo mancanza di liquidità, il pagamento degli arretrati pazientemente atteso dai lavoratori da oltre 4 anni e reclamato solo da questa Organizzazione Sindacale da oltre un anno.

La responsabilità dell'inadempimento, secondo quanto riferito dalla Direzione della "San Raffaele", sarebbe della Regione, che a partire dal 2013 non starebbe onorando gli impegni contrattuali dell'accreditamento finanziando adeguatamente il budget dell'Azienda: quella stessa Regione che proprio a causa del mancato rispetto del Contratto Nazionale di lavoro da parte della Casa di Cura è tenuta a revocare l'accreditamento.

La Direzione della "San Raffaele" non ha però saputo spiegare perchè non ha corrisposto la dovuta retribuzione per gli anni 2010, 2011 e 2012, e l'una tantum a partire dal 2006, visto che la mancanza di liquidità è stata accusata a partire dal 2013. Nè a voluto spiegare perchè non ha azionato presso il Giudice civile la sentenza del TAR Abruzzo che le ha riconosciuto il diritto all'adeguamento del budget, chiedendo una provvisionale che sarebbe stata certo accordata, cosa che fa supporre che la "San Raffaele" scelga di far gravare sui lavoratori le proprie scelte tattiche oltre a le responsabilità ed i ritardi della Regione Abruzzo, ammesso che quanto riferito sia vero.

Il NurSind non ci sta, pertanto il segretario provinciale Antonio Santilli rivendica l'immediato adeguamento dei trattamenti tabellari e il pagamento dei due quinti degli arretrati al massimo entro fine luglio e i restanti tre quinti non oltre il 31 ottobre.

Il Sindacato delle Professioni Infermieristiche intende, altresì, porre la Regione dinanzi alle proprie responsabilità, qualora accertate, e chiedere il sostegno dei Sindaci del Comprensorio affinchè i lavoratori non sentano il solo sostegno del sindacato in questa battaglia, che tocca da vicino anche la loro dignità.

 

ONDA TG 14.06.2014 GUARDA IL VIDEO (CLICCA)

 
Riforma PA. Madia convoca la Cosmed per il 12 luglio 2014.

Il ministro della Pubblica Amministrazione sottoporrà ai sindacati un testo, composto da 45 punti, nel quale si parla di riorganizzazione dell'amministrazione in un'ottica di trasparenza, di tagli agli sprechi e semplificazione, ma anche di personale con l'obiettivo di facilitare assunzioni e turnover.

Scarica documento

 
COME PARLARE IN PUBBLICO ED ESSERE CONVINCENTI 25.9.14 L'AQUILA RELATORE R. BIANCAT
10000
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 2 di 34

Assistenza Infermieristica

ASL Pescara CIA

Sanità Privata CIA

CIA 13.6.14 RSA de Cesaris

News Letters

Ricevere

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi25
mod_vvisit_counterIeri133
mod_vvisit_counterQuesta Settimana632
mod_vvisit_counterScorsa Settimana704
mod_vvisit_counterQuesto Mese158
mod_vvisit_counterScorso Mese4285
mod_vvisit_counterTotali139773

In Linea: 1
IP: 54.83.230.62
,
02 Ago 2014

Sondaggio

Come giudichi il nuovo sito?
 

VOCABOLARIO DIRITTI

PROGRAMMI UTILI