E.C.M. Nursind L'Aquila

 

EVENTI   ECM   Organizzati  da Nursind  L'Aquila

PROGRAMMA ECM  2014

ECM  BIANCAT  10 CREDITI 25.09.14 L'AQUILA

ECM  L'ASCOLTO 45 CREDITI ECM 10 - 17 OTTOBRE  2014  SULMONA

ESERCITAZIONE CORSO ECM L'ASCOLTO


ELEZIONI RSU 2012 COMUNICATI


COMUNICATO  SEGRETERIA  PROVINCIALE

COMUNICATO SEGRETERIA NAZIONALE


English Arabic Chinese (Traditional) German Italian Japanese Portuguese Russian Spanish

Area Riservata



Meteo

Calendario Eventi

Novembre 2014
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

1 NURSIND L'AQUILA

 

NEUROCHIRURGIA PESCARA PERSONALE INSUFFICIENTE
La scrivente Organ. Sindacale Nursind è venuto a conoscenza  della grave carenza di personale infermieristico e OSS  in cui versa  il reparto di Neurochirurgia, con gravi problemi di sicurezza sia per i  pazienti e sia  per il personale infermieristico che è costretto ad operare  in una situazione di grosso stress fisico e psichico.
 
La chiusura dei ROT un caso di demansionamento infermieristico

Un infermiere in ruolo all'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma, ha manifestato delle lamentele su diverse disposizioni organizzative che obbligavano il personale infermieristico a chiudere i contenitori dei rifiuti speciali, denominati ROT, per poi trasportarli presso i centri di raccolta per lo smaltimento. La ratio che l'azienda ha sostenuto è dettata dalla carenza di personale ausiliario e specificatamente agente socio-sanitario, agente socio-sanitario specializzato (ex 4° livello), operatore tecnico addetto all'assistenza e operatore socio sanitario. Tale ratio è sostenuta, secondo il San Camillo, da una precisa norma ovvero l' art. 2, lettera v della legge n. 421 del 1992 che autorizza lo svolgimento delle mansioni inferiori solo in via occasionale e con sistemi di rotazione che non permettano la fossilizzazione della mansione illegittima. Ad adiuvandium, il San Camillo ritiene che, logicamente, gli operatori sanitari che hanno prodotto i rifiuti debbano anche raccoglierlo e confezionarlo.

 
Invalidità civile e DL n° 116 del 11.08.2014 art 25

L’articolo 25 del DL n 116 del 11.08.14, rubricato “Semplificazione per i soggetti con invalidità”, reca le più interessanti disposizioni. In sede di conversione sono state inserite ulteriori rilevanti novità.

Invalidità

DL 116 del 11.08.14

 
Richiesta alla ASL Pescara l’immediata sospensione degli effetti della Del. N°829 del 30.07.14 riguardo la pronta disponibilità obbligatoria

La scrivente Organizzazione Sindacale Nursind  della Provincia di  Pescara in merito all’istituzione della Pronta Disponibilità  Dipartimentale Obbligatoria del personale Infermieristico    COMUNICA La sua contrarietà per le modalità utilizzate in quanto , la pronta disponibilità non nasce per sopperire alla “copertura” totale di interi turni e non si pone inoltre come strumento per aggiungere nuovi turni di lavoro per la copertura posti di organico ma solo per brevi richiami in servizio per far fronte a prestazioni lavorative non programmate, imposte “da eventi sopravvenuti di carattere eccezionale” in quanto è illecito l’utilizzo “a tappeto” degli infermieri in pronta disponibilità con “evidente abuso dell’istituto, così come statuito dalla sentenza della Corte dei Conti n. 85 del 2013.

Scarica Comunicato

Richiesta alla ASL Pescara

Delibera PD

Disposizioni pd

Volantino

Volantino 2

 
Permessi per assistenza di parenti disabili (Legge 104/92) 29/07/2014

In merito al diritto di un lavoratore dipendente di fruire di 3 giorni di permesso mensile retribuito per l’assistenza al familiare con handicap in situazione di gravità, e in particolare se tale diritto possa considerarsi esteso al parente o affine entro il terzo grado, prescindendo dalla eventuale presenza nella famiglia del disabile di parenti o affini di primo e secondo grado che siano nelle condizioni di assisterlo, il Ministero del lavoro, con Interpello n. 19 del 26 giugno 2014, ha espresso l’avviso che sono legittimati prioritariamente a fruire dei permessi il coniuge e il parente o affine entro il secondo grado.

Tuttavia, ha proseguito il Ministero, se i genitori o il coniuge della persona da assistere abbiano già compiuto 65 anni, o siano affetti da patologie invalidanti, o siano mancanti, è possibile fruire dei permessi da parte di un parente o affine entro il terzo grado.
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 2 di 36

Assistenza Infermieristica

ASL Pescara Regolamenti

Sanità Privata CIA

CIA 13.6.14 RSA de Cesaris

News Letters

Ricevere

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi84
mod_vvisit_counterIeri182
mod_vvisit_counterQuesta Settimana822
mod_vvisit_counterScorsa Settimana1152
mod_vvisit_counterQuesto Mese84
mod_vvisit_counterScorso Mese5262
mod_vvisit_counterTotali155651

In Linea: 1
IP: 54.89.1.216
,
01 Nov 2014

Sondaggio

Come giudichi il nuovo sito?
 

VOCABOLARIO DIRITTI

PROGRAMMI UTILI