CONVENZIONI NURSIND

ASSOCRAL

CONVENZIONI   NURSIND

--  ELENCO CONVENZIONI  ABRUZZO ---  MERCATONE ---    GIUNTI ---   ACQUALAND




E.C.M. e Dintorni Nursind Pescara

REGISTRAZIONE SITO ECM

 

PEGASO  LAVORO

 

Ipasvi-Fnomceo --    FADinMed

FAD GRATUITI  NURSIND 2017

Linc Fad

EVENTI   ECM   Organizzati  da Nursind  Pescara

PROMOZIONE 40 CREDITI ECM GRATIS 2017

PROGRAMMA ECM  2017

MAPPA SEDE CORSI ECM PESCARA -   linc ----- CALCOLA  PERCORSO ------  Mappa Sede Corsi ECM Pescara 2linc

ATTIVITA' SANITARIA:

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEMANSIONAMENTO

relatore LUCA  BENCI    31.03.2017    (9,5 crediti ecm)

San Giovanni Teatino (CH) Via Po' n° 86  (a 5 KM da Pescara Ovest ) LOCALITA' DRAGONARA ZONA IPERCOOP  - S Hotel

Scarica Locandina Ecm ---  Locandina 2

__________________________________________

MALATTIE PROFESSIONALI,INFORTUNI SUL LAVORO:

ASPETTI MEDICO LEGALI E ISTRUZIONI PER L'USO

Corso ECM 45 Crediti  19- 26 maggio 2017

San Giovanni Teatino (CH) Via Po' n° 86 S HOTEL

Località Dragonara (a 5 Km Pescara Ovest)

Modulo Iscrizione --  Locandina

_____________________________________________________________________

PROFESSIONI SANITARIE E ASSICURAZIONI             SULLA RESPONSABILITA'

CORSO ECM Gratuito Iscritti Nursind

DOTT. GIUSEPPE  POZZI

8 GIUGNO 2017 Edizione  Mattutina  8/13

8 GIUGNO 2017 Edizione Pomeridiana  15 / 20

San Giovanni Teatino (ch) Via Po' n° 86 S Hotel

Località Dragonara (a 5 KM Pescara Ovest)

Programma ---  Locandina ---  Volantino

_____________________________________________

HOTEL  DRAGONARA USCITA  AUTOSTRADA  PESCARA  OVEST ----     MAPPA


HOTEL  LA NINFEA --- MAPPA ---  FOTO

 

 


Modulo ECM Compilabile 1 QUESITI ECM 2 Criteri per Assegnaz. Crediti 3 ECM Liberi Profess. 4 ECM regole e Penalità
Mod Sostituz. Partecipante ECM

5 Sanzioni ECM  2012 6  Sentenza Cassaz. ECM 7 ECM novità 2013 -----  Ecm Precisazioni 17.7.13 --- Manuale Ecm 2013

www.infermieriliberi.it ----  www.nursind.it ---- www.infermieristicamente.it

E.C.M. Nursind L'Aquila

 

EVENTI   ECM   Organizzati  da Nursind  L'Aquila

PROGRAMMA ECM  2017

ACCESSI VASCOLARI: ASPETTI TECNICI E GESTIONALI

24 Crediti ECM

21 e 27 APRILE 2017 SULMONA (AQ)

SALA CONVEGNI  "LA GOMERA" VIA PROVINCIALE MORRONESE - BIVIO BADIA

Scarica Locandina

LINC  mappa La Gomera Sulmona


ELEZIONI RSU 2015

VOLANTINO  RSU NURSIND PE ---  BIGLIETTONI ----- COSE FATTE DAL NURSIND PE ---- VOLANTINO RSU 15.2.15 ---                                                                     REGOLAMENTO  VOTAZIONI RSU ASL PESCARA 2015

 

 

 

English Arabic Chinese (Traditional) German Italian Japanese Portuguese Russian Spanish

Area Riservata



Meteo

Calendario Eventi

Marzo 2017
L M M G V S D
27 28 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Speciale INAIL 2

vademecum Inail

 

Speciale Professione

Ipasvi e inail

 

Riforme Pubbl.Ammminstr.

MATERNITA' 2

Speciale Sicurezza ASL Pescara

MAPO
Pe1 ---    Pe2 ---  Urologia

Popoli --- Penne

1DVR ps-mi -

Dvr-Mapo Riab.Po

DVR Blocco

TBC protocollo

 

ARAN AGENZIA

P

LAVORO 1

BANDI MOBILITA INTERNA ASL PE

CORSO ECM 31 MARZO 2017 DOTT. LUCA BENCI SAN GIOVANNI TEATINO (CH)
1_de
 
È valido il licenziamento del lavoratore demansionato che, pur rifiutando l’adibizione a mansioni inferiori, si presenta in azienda.

Con sentenza n. 1912/2017 la Corte di Cassazione ha stabilito che è valido il licenziamento intimato nei confronti di un dipendente che, pur essendosi legittimamente rifiutato di svolgere mansioni inferiori a quelle corrispondenti alla sua qualifica, abbia tuttavia tenuto un comportamento autonomamente illegittimo, quale l'occupazione di spazi aziendali o l'uso di espressioni ingiuriose e sprezzanti nei confronti del datore o del superiore gerarchico.Nel caso in esame, la Suprema Corte è stata chiamata a pronunciarsi in una vicenda nella quale un lavoratore, a fronte dell’assegnazione di mansioni inferiori, aveva continuato a recarsi sul luogo di lavoro ribadendo il proprio rifiuto al demansionamento, a tal fine assumendo un comportamento violento e gravemente minaccioso nei confronti del datore di lavoro e dei colleghi.Ad avviso della Corte, non può ritenersi di per sé illegittimo il comportamento del lavoratore che rifiuti di svolgere mansioni inferiori: tuttavia, il solo fatto di presentarsi in azienda vanifica il rifiuto di svolgere le mansioni dequalificanti, in quanto il presupposto per poter validamente esercitare la propria autotutela - ed eccepire l’inadempimento del datore di lavoro - è l’astensione dal presentarsi sul luogo di lavoro. Al contrario, recandosi in azienda, il lavoratore è obbligato ad eseguire la prestazione assegnata secondo correttezza e buona fede.Pertanto, la Corte ha confermato la legittimità del licenziamento intimato dalla datrice di lavoro non solo in ragione della presenza del lavoratore in sede ma anche in considerazione della condotta sprezzante e minacciosa dallo stesso tenuta nei confronti del datore di lavoro e dei colleghi come forma di rifiuto al demansionamento contestato.

 

(Cass. Civ., Sez. Lavoro, Sent. 1912 del 25 gennaio 2017)

 
Paziente cade dalla barella. Corte dei conti proscioglie infermiera precedentemente condannata a pagare i danni
Nel 2013 la Corte dei conti piemontese aveva condannato l’operatrice a pagare personalmente alla Regione i danni liquidati alla paziente danneggiata dalla caduta. Ma in appello la Corte proscioglie da ogni addebito l’infermiera perché mancava la prova sia di una condotta contraria ai doveri professionali, sia di un qualsiasi nesso di causalità tra le azioni dell’Iscritta e il danno alla degente.
 
Direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione in materia di comportamenti ostativi all’allattamento

La ministra Marianna Madia ha emanato una direttiva, rivolta a tutte le pubbliche amministrazioni, affinché assumano azioni positive, comportamenti collaborativi o comunque non ostacolino le esigenze di allattamento. L’allattamento è un diritto fondamentale dei bambini e le madri devono essere sostenute nella realizzazione del desiderio di allattare. Tale diritto è riconosciuto dalla legislazione comunitaria e nazionale. La direttiva 2006/141/CE richiama il principio della promozione e della protezione dell’allattamento al seno e la necessità di non scoraggiare la stessa pratica.

 

Scarica Direttiva

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 2 di 55

ASL Pescara Risposte Quesiti

News Letters

Ricevere

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi146
mod_vvisit_counterIeri504
mod_vvisit_counterQuesta Settimana2351
mod_vvisit_counterScorsa Settimana3966
mod_vvisit_counterQuesto Mese12462
mod_vvisit_counterScorso Mese11246
mod_vvisit_counterTotali400078

In Linea: 8
IP: 23.22.58.239
,
25 Mar 2017

Sondaggio

Come giudichi il nuovo sito?